Telefono

0583-56757

Orari Apertura

09.00 - 19.00

Telefono

0583-56757

Orari Apertura

09.00 - 19.00

Alitosi

ALITOSI

alitosiUn’attenzione particolare verso la cura del proprio aspetto oggi è diventata di fondamentale importanza.

Questo perché le relazioni giornaliere con il mondo del lavoro, sociale, familiare ci impone di essere sempre “a posto” non solo con la parte estetica del nostro corpo ma su tutto ciò che stimola sensazioni positive della nostra persona al nostro interlocutore.

L’alitosi è uno dei tanti fattori che ci rende insicuri nei confronti degli altri, ma potrebbe essere anche una patologia che se non curata porterebbe a problemi maggiori.

Per combattere l’alito cattivo è opportuno rispettare una dieta adeguata infatti l’Alitosi Transitoria cioè non permanente e solitamente legata a fattori quali il consumo di cibi e bevande alitogene o all’uso di farmaci che riducono la produzione di saliva.

L’Alitosi Patologica Persistente è legata a patologie sistematiche quali epatopatie, diabete, insufficienza renale cronica, gastroenterite.

La percentuale di pazienti che sviluppa alitosi per malattie generali è comunque molto bassa e si aggira intorno al 10% dei casi riscontrati.

Nel caso di comparsa di alitosi è opportuno eseguire una visita dentistica di controllo da un odontoiatra, il quale possa identificarne la causa esatta.

In particolare la Parodontologia è una branca dell’Odontoiatria che cura patologie spesso legate all’alitosi.

Infatti questa branca si occupa delle patologie delle gengive e dei tessuti parodontali, luoghi di possibile annidamento di batteri all’interno del cavo orale.

Questi batteri, nella loro azione dannosa sui tessuti, favoriscono lo sprigionarsi di composti volatili solforati, percepiti poi come cattivi odori fuoriusciti dalla bocca.

La pulizia delle gengive e delle tasche parodontali deve essere effettuata da uno specialista, e non rientra nelle normali operazioni di igiene orale domiciliare (che comunque è alla base di ciò).

L’uso di antibiotici è permesso solo dietro prescrizione medica; un loro abuso creerebbe anomale resistenze agli agenti patogeni o complicazioni gravi come la candidosi.